Valore normale: Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge comunitaria 2008

Contatta un Agente

E’ stata pubblicata, sul Supplemento Ordinario n.110 alla Gazzetta Ufficiale n.161 del 14 luglio 2009, la legge 7 luglio 2009, n.88 – legge Comunitaria 2008. Uno dei punti di interesse della legge è quello che elimina le disposizioni in materia di accertamento sulle compravendite immobiliari in base al “valore normale”, sia ai fini IVA che delle imposte sul reddito. Vengono, in questo modo, percepite le istanze avanzate dall’ANCE che in più occasioni aveva sostenuto l’illegittimità degli accertamenti fiscali nell’ipotesi in cui il corrispettivo pattuito per l’operazione fosse inferiore al “valore normale”, predeterminato unicamente in base a dati statistici (come le quotazioni O.M.I.) inadeguati a rappresentare i valori di compravendita degli immobili nelle diverse realtà territoriali. Allo stato attuale viene previsto che l’applicabilità delle citate disposizioni, ai fini IVA, entri in vigore dal giorno successivo a quello di pubblicazione in G.U. della legge Comunitaria 2008, ossia dal 15 luglio 2009 (art.24, comma 9, legge n.88/2009), mentre ai fini delle imposte sul reddito, le norme sono efficaci decorsi 15 giorni dalla pubblicazione in G.U. del Provvedimento (ossia dal 29 luglio 2009). Tuttavia, si ritiene che alle suddette disposizioni debba attribuirsi la qualifica di norme di natura procedimentale e, come tali, applicabili anche per i pregressi periodi d’imposta ancora accertabili. Ciò in analogia a quanto precisato dalla stessa Amministrazione finanziaria in occasione dell’introduzione delle norme sull’accertamento sulle compravendite immobiliari in base al “valore normale”, alle quali è stata attribuita, in via interpretativa, natura procedimentale e, quindi, «efficacia anche per le rettifiche relative ai periodi d`imposta ancora accertabili».

Condividi