91

Manovra Finanziaria 2011: come tocca le tasche degli italiani

Contatta un Agente

Forse non se lo aspettavano nemmeno Bersani e Di Pietro che dalla Manovra Finanziaria 2011 scomparisse così velocemente quello che era stato definito il Lodo Mondadori, modifica di una norma che secondo l’opposizione serviva ne più ne meno a evitare al gruppo di proprietà di Berlusconi il pagamento di un’ingente somma di danaro in seguito a una sentenza che arriverà a breve e che sembra scontata.    Così recitava la norma: Il giudice ha l’obbligo di congelare fino in Cassazione gli effetti delle condanne in primo grado (da 10 milioni di euro in sù) e secondo grado (da 20 milioni di euro in su) a fronte del deposito della parte istante di “idonea cauzione”.    Berlusconi ha deciso di ritirarla sorprendendo tutti, per non innescare equivoci. Al primo posto il pareggio di bilancio entro il 2014, con l’annullamento del deficit. E così qualunque appiglio che potesse essere utilizzato in Parlamento per bloccarla, sarebbe stato solo un ritardo pericoloso.    “Per sgombrare il campo da ogni polemica ho dato disposizione che questa norma giusta e doverosa sia ritirata”. Queste le parole di Berlusconi.    Questo però il parere del premier sulla necessità di introdurre la norma: “Nell’ambito della cosiddetta manovra è stata approvata una norma per evitare attraverso il rilascio di una fideiussione bancaria il pagamento di enormi somme a seguito di sentenze non ancora definitive, senza alcuna garanzia sulla restituzione in caso di modifica della sentenza nel grado successivo. Si tratta di una norma non solo giusta ma doverosa specie in un momento di crisi dove una sentenza sbagliata può creare gravissimi problemi alle imprese e ai cittadini”.    Nel frattempo l’opposizione, in quella che la maggioranza chiama una nuova crociata , non dimentica di esprimere la propria opinione sull’accaduto.    Il leader del PD Pier Luigi Bersani era stato duro, così come Di Pietro: “Sappiamo con chi abbiamo a che fare. Su tutti i carri in cui caricano problemi sugli italiani ci mettono sempre soluzioni per lui. Quando viene smascherato fa marcia indietro. Noi verificheremo volta per volta”.    Per il resto le modifiche più sostanziali della Manovra nella quotidianità degli italiani riguardano certamente le pensioni (Blocco delle rivalutazione automatiche per i trattamenti superiori a 1.429 euro) e il bollo auto (Superbollo per le auto con potenza superiore ai 300 cavalli (10 euro ogni chilovatt oltre i 225kw). Indirettamente con l0aumento per banche e assicurazioni che si rifaranno certo sui cittadini: l’Irap aumenta rispettivamente del 4,65% (banche) e del 5,90% (assicurazioni).

Condividi