91

Il Trasloco

Contatta un Agente

Il materiale necessario     Se ti sei affidato a un’azienda di traslochi, spesso è lei stessa a fornirti tutto il necessario per l’imballaggio; normalmente gli scatoloni vengono riciclati, quindi potrebbero esserti stati forniti usati, nulla di male purché siano puliti.     Se invece hai deciso per il fai da te, puoi acquistare il materiale elencato in un negozio di cancelleria all’ingrosso.   •Nastro da pacchi, in genere un paio di rotoli sono sufficienti;  •Scatoloni di varie dimensioni, la dimensione più utilizzata per gli oggetti comuni è di larghezza e profondità 30 o 40 centimetri e altezza 40 o 50 centimetri. Servono anche scatoloni più grandi per il vestiario, l’ideale è di riuscire a fare stare gli abiti lunghi in piedi agganciando la gruccia a un bastone conficcato nella parte alta dello scatolone. Abbonda nell’acquisto degli scatoloni, non sono mai abbastanza!  •Non serve che gli scatoloni siano esageratamente resistenti, uno tipo normale va più che bene: si avrà cura a non inserire troppi oggetti al suo interno.  •Nastro a bolle d’aria (pluriball): permette in modo superbo di proteggere piatti, bicchieri e qualsiasi oggetto fragile.  •Pennarello indelebile per scrivere sul nastro da pacchi.  •Per il fai da te sono inoltre necessarie vecchie coperte, qualche cartone grande per imballare i mobili e varie funi per legare i mobili sul furgone.     Come e cosa inscatolare     Gli scatoloni sono normalmente forniti piegati; per creare una resistente scatola, piegare i lembi e applicare il nastro da pacchi nella parte inferiore a croce, cioè sia nel senso dell’unione di due lembi che a 90 gradi, facendo in modo che parta e arrivi alla metà circa della pareti laterali.     Se gli scatoloni sono stati riciclati, per una maggiore igiene puoi inserire all’interno di ognuno un pezzo grande di nastro a bolle d’aria che avrà la funzione di isolare i tuoi oggetti dalle pareti e di proteggerli maggiormente dagli urti esterni.     Fare in modo che il peso degli scatoloni non superi i 20 chilogrammi, sia per una questione di normative che di facilità nel trasporto anche per le persone meno forti. Particolare attenzione deve essere posta agli scatoloni dei libri, che normalmente possono raggiungere pesi considerevoli.     Inscatolare gli oggetti stanza per stanza renderà più rapido e meno caotico riporre tutto nell’abitazione nuova.     I piatti, i bicchieri, le tazzine e tutti gli oggetti delicati devono essere separati con un foglio di pluriball, i piatti piani andranno ovviamente nella parte bassa dello scatolone e sopra si possono mettere i bicchieri.     Lo scatolone verrà chiuso unendo i due lembi con il nastro da pacchi, è un’ottima norma scrivere sul nastro (e non sullo scatolone) il contenuto dello stesso: arrivati nella nuova casa, succede sempre di avere bisogno di qualcosa ancor prima di avere aperto gli scatoloni e questo accorgimento ti sarà molto d’aiuto. Scrivere sul nastro permette di riciclare lo scatolone e di non confondersi con scritte fatte in precedenza.     I computer e le apparecchiature elettroniche in generale devono essere scollegate e imballate; nel caso i collegamenti non siano semplici da ricordare, è meglio abbozzarne uno schema per effettuare più agevolmente la connessione nella nuova abitazione.     Gli scatoloni contenenti materiali che non devono essere capovolti, perché ad esempio contengono liquidi o apparecchiature delicate, devono recare sia SUL LATO che SUL NASTRO la scritta ben visibile “NON CAPOVOLGERE”. I contenitori di liquidi dovranno comunque essere chiusi con estrema cura, il rovesciamento accidentale durante la movimentazione potrebbe causare danni considerevoli al mobilio e agli altri materiali.     Kit d’emergenza, medicinali e valori     Gli ultimi scatoloni conterranno il materiale indispensabile e urgente, quindi specifica ancora meglio su di essi il contenuto; fungeranno da kit d’emergenza.     In confezioni separate, che dovranno essere portate al tuo seguito il giorno del trasloco e contraddistinte con una scritta evidente, saranno contenuti i medicinali. Una raccomandazione particolare nei confronti dei farmaci ai quali deve essere garantita la temperatura ideale di conservazione durante il viaggio: allo scopo, è possibile utilizzare un frigorifero portatile che è in grado di mantenere la temperatura ambiente al suo interno, anche con escursioni termiche esterne notevoli e prolungate. Mantenere i medicinali lontani dalla portata dei bambini.   I materiali infiammabili, esplosivi o corrosivi non vanno chiusi nelle scatole e devono essere tenuti sotto controllo durante il trasloco, meglio se separati dal resto del materiale.     Anche i documenti importanti, gli oggetti di valore, il denaro contante e gli ori devono essere custoditi in una cassetta separata che non dovrà mai essere lasciata incustodita o persa di vista il giorno del trasloco.

Condividi